A #Lampedusa Odyssey

lampedusa14 (1)

Immigrati tunisini cercano di scappare dal Centro di accoglienza, una volta scoperto che saranno rimpatriati. Dal 5 Aprile 2013, il Governo italiano ha rimpatriato 3.385 tunisini. Ph. Alessia Capasso © 2013

Latitudine trentacinque gradi, più a sud di Tunisi e Algeri, Lampedusa è una piccolissima isola che molti migranti sognano come la porta d’Europa. Ma cosa comporta questo sogno? Continua a leggere

Same way of leaving, but different souls

1Le immagini di copertina ritraggono i corpi esanimi ritrovati sulla spiaggia, cittadini eritrei, somali e di altri paesi sub-sahariani. Solo 150 dei presunti 500 che viaggiavano a bordo del barcone sono stati tratti in salvo; inutile contare i bambini e le donne in stato di gravidanza tra il centinaio di cui è già stato appurato il decesso. Altri 250 i dispersi, ma si tratta di numeri che avrebbe solo senso valutare per un’attenta ricerca a livello internazionale. Parliamo di persone e restiamo umani. Dovremmo decidere tutti quanti come hanno fatto i pescatori di Lampedusa di formare una catena umana, rifiutare di accettare il compromesso con qualsiasi forma di rappresentanza politica che non metta al centro della programmazione il peso e quindi la responsabilità dell’Europa nel Mediterraneo. Non si dica da Bruxelles che sono stati investiti troppi milioni di euro per  gestire il fenomeno dei Boat People, perché investire senza rafforzare la carta dei diritti, sarebbe come aumentare l’austerity senza un vero piano di sviluppo del lavoro e della conoscenza.

E in ultimo fino a quanto la crisi preclude la possibilità di rimanere umani?2 Di Roberto Raneri