Giorno Uno

Questo blog non ha alcuna idea di ciò che vuole essere. Forse col tempo e con la pazienza ci sarà una misura più esatta delle ragioni per cui si battono parole su queste (sporche) tastiere. Ma non ci occuperemo di tentare di rispondere a questa domanda. Per ora, l’impresa, l’unica, quella vera, è quella di andare avanti.

Avevamo scritto altri tre paragrafi di pensieri profondi, che definivano con arguzia il modo in cui avevamo intenzione di usare questo spazio per parlare di Musica, Politica, Cinema, Società, Letteratura, facendo capo al tempo stesso alla carenza di un fine, di un obbiettivo, di un intento. Un intento di vita come di informazione. Ma, come abbiamo già detto, l’abbiamo cancellato per sbaglio, quindi ne faremo a meno. Pazienza.

Ah, c’era poi un’altra cosa da dire, rispetto al fatto che questo blog, per quanto come già detto non abbia una chiara idea di che cosa sia, cosa voglia rappresentare o verso dove voglia mirare, è però al corrente del fatto di essere un coacervo di diverse personalità. Diverse, sicuramente. E con diversissimi mezzi e interessi specifici, di volta in volta. Ma ugualmente ignare del destino che le attende. Adesso basta però; non vogliamo che la barca torni sola…

Annunci